Festival “I giorni di San Pietroburgo in Italia”

Festival I giorni di San Pietroburgo in Italia conquista grandi e piccini

Si e’ tenuto al teatro La Fenice di Senigallia il 2 novembre nel quadro del progetto culturale internazionale Le stagioni russe In Italia 2018 lo spettacolo conclusivo della seconda edizione del Festival I giorni di San Pietroburgo in Italia, con la Compagnia Golosyata che ha presentato  le tradizioni, la musica e i colori della Russia, entusiasmando il pubblico in sala composto anche da numerosi bambini.

Pubblico divertito anche allo spettacolo Anima Allegra che aveva aperto il Festival il 27 ottobre sempre a La Fenice, anticipato da un flash mob Stars of world clownery del Variety Theatre Arkady Raikin realizzato per le vie e piazze di Senigallia.

Lo spettacolo Anima Allegra e’ considerato uno dei migliori a livello internazionale, conquistando i palcoscenici e i circhi di tutto il mondo (Italia, Spagna, Francia, Germania, Finlandia, Svezia, Lettonia, Lituania, Estonia, Svizzera e America).

Applausi a scena aperta hanno accompagnato le scene esilaranti dei bravissimi artisti di pantomima e clowning russi della Compagnia di teatro Estrada, che hanno intereagito con il pubblico, ammirati anche dalle autorita’ civili – il Sindaco di Senigallia, il Console Onorario della Federazione Russa di Ancona- e religiose – dal referente della Chiesa Ortodossa nelle Marche.

Il Festival iniziato il 26 ottobre e terminato il 4 novembre, organizzato dall’Unione degli Operatori della Cultura Russa e dall’Associazione degli Amici dell’Italia e della Russia, è stato realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura della Federazione Russa di San Pietroburgo Commissione cultura, la Camera dei Mestieri, il Consolato Generale d’Italia a San Pietroburgo, Consolato Onorario della Federazione Russa di Ancona, Comune di Senigallia.

E’ stata una bella occasione  – ha dichiarato Natalia Kovaleva, Vice Presidente degli Operatori della Cultura Russa-per far conoscere la cultura della Russia nel settore della moda, del ballo, del canto, del mimo e della pittura e sviluppare le relazioni culturali tra la Russia e l’Italia, consolidando l’amicizia tra i due Paesi.

Elogi e parole di compiacimento per la vicinanza dei due popoli e la possibilita’ di rivolgersi anche ai piu’ piccoli sono state espresse dal Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, in occasione della visita ufficiale in Municipio, e da Simonetta Bucari, Assessore alla Cultura di Senigallia, che ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento delle scuole nel programma del Festival.

E proprio le scuole hanno partecipato in maniera proattiva al Master Class di moda, realizzato il 29 ottobre presso l’Istituto  Bettino Padovano di Senigallia. Tre affermati stilisti russi – Natalia Marchenko, Katya Anderzhanova, Kirill Ovchinnikov- hanno tenuto alta l’attenzione degli alunni del corso fashion con le loro creazioni. Tra i presenti anche Giulia Bondareva, specialista principale del Centro dello sviluppo della moda presso il Governo di San Pietroburgo.

Durante il Master Class sono stati creati in collaborazione con gli alunni 3 nuovi prodotti che saranno inseriti nella collezione della stilista Katya Anderzhanova.

Il 30 ottobre la delegazione ha raggiunto l’Accademia di Belle Arti di Macerata, dove l’artista Yan Lelchuk ha tenuto un Master Class sulla pittura ad acquerello.

Da Macerata, la delegazione si e’ recata presso l’Accademia Poliarte di Ancona, dove i designer e gli artisti di San Pietroburgo hanno tenuto una tavola rotonda con i professori italiani sul tema: Creare sfilate di moda. Errori nella selezione del luogo.

La delegazione del Festival ha inoltre visitato il conte Nani Marcucci Pinoli presso il suo hotel Alexander Museum a Pesaro ed ha parlato dell’organizzazione di tre mostre per il 2019.

Nel contesto delle espressioni russe dell’arte figurative, il Festival ha visto anche la realizzazione di una mostra allestita nella Rocca Roveresca dal titolo Storie di San Pietroburgo, che e’ stata particolarmente apprezzata dall’Assessore alla Cultura di Senigallia, Simonetta Bucari e dal Sindaco che ha inaugurato la collettiva di opere provenienti dalle collezioni degli artisti: Kirill Ovchinnikov, Alexei Sergeenko, Jan Lelchuk, Anna Lelchuk, Elena Mushkina e Dmitry Eroshkin.

Il Festival che fa parte del progetto “Russian Seasons”, nato per presentare la cultura russa al pubblico europeo, si e’ concluso il 4 novembre riuscendo a cogliere l’obiettivo principale di unire italiani e russi attorno ad argomenti universali, superando le barriere linguistiche.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi